Enter your keyword

NATIVI TEATRALI

Entrare a scuola ed entrare in classe significa accedere a uno spazio ritualizzato e vissuto come luogo e momento dell’educazione: per questo si possono trovare profonde simmetrie tra la scuola e il teatro, entrambi luoghi che intendono creare un contesto adatto alla comunicazione… È necessario ricordarsi che la fase più autentica dell’interattività si realizza nel mondo-della-vita, nella condivisione e nella comunicazione tra esseri in carne ed ossa, nella scuola o al ristorante… Per non ridursi ad essere cavernicoli digitali che rispondono meccanicamente a stimoli audiovisivi ricordiamoci quindi che siamo molto più nativi teatrali che nativi digitali. Infatti, in fin dei conti, siamo dei nativi teatrali che comunicano tra loro condividendo il mondo, i nostri mondi simbolici e le nostre visioni di mondo. I bambini di oggi possono essere considerati nativi digitali, ma sicuramente vengono al mondo come i bambini di ieri, come gli esseri umani che ci hanno preceduto. E, con ogni probabilità, come quelli che verranno.

La Caverna Digitale
di Roberto Gris Ed. Erickson