Enter your keyword

RACCONTO DI NATALE

da Charles Dickens

È la storia del vecchio avaro Scrooge che la sera della Vigilia, sollecitato a dare un’offerta per il Natale, ribatte che già contribuisce a mantenere in funzione le prigioni e che l’eventuale morte di fannulloni o miserabili sarebbe un benefi-cio che ridurrebbe l’eccesso di popolazione.

Nella notte appaiono a Scrooge tre spiriti: quello del Natale Passato, con le sue memorie e il senso delle gioie non colte; del Natale Presente, con la vi-sione della casa calda d’affetti del suo umile commesso; e infine quello del Natale Futuro che anticipa la possibile squallida fine del vecchio avaro.

Il personaggio di Ebenezer Scrooge continua a riaffiorare periodicamente nel-la memoria collettiva, soprattutto anglosassone, forse grazie al suo essere potente simbolo dell’ambivalenza di questa società: da una parte il singolo individuo che, nel nome della propria ed unica felicità correlata al denaro, è disposto a calpestare e ignorare gli altri esseri umani; dall’altra l’essere umano che si rende conto che, alla fin fine, solo un più generale benessere/pace/ felicità, può rassicurarlo sul suo stesso futuro.

Lo spettacolo più longevo di Pandemonium Teatro: in scena dal 1988!

età +8 anni (2° ciclo Scuola Primaria, Scuola Secondaria)

di e con Tiziano Manzini
diapositive Alberto Pedrini
scene e luci Graziano Venturuzzo
regia Lisa Ferrari

durata 60 minuti

richieste tecniche minime in teatro H. 4 mt / L. 6 mt / P. 4 mt • Kw 10

DOWNLOAD
scheda di presentazione ↓
scheda tecnica ↓
fotografie in alta risoluzione ↓