Enter your keyword

Arte e Cultura per l’infanzia e l’adolescenza | Appuntamenti ONLINE 20, 21, 22 novembre

Arte e Cultura per l’infanzia e l’adolescenza  | Appuntamenti ONLINE 20, 21, 22 novembre

Arte e Cultura per l’infanzia e l’adolescenza | Appuntamenti ONLINE 20, 21, 22 novembre

PANDEMONIUM TEATRO

presenta

ARTE E CULTURA PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

APPUNTAMENTI ON LINE
per celebrare la

Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

20, 21, 22 NOVEMBRE

Pandemonium Teatro torna sul web per colmare il vuoto culturale creato dall’attuale stop agli eventi culturali dettato dall’emergenza sanitaria

e anche quest’anno non rinuncia a celebrare
la Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza
con alcune iniziative on line rivolte alle scuole e alle famiglie.

L’APPUNTAMENTO È SULLE PAGINE FACEBOOK, INSTAGRAM E YOUTUBE DI PANDEMONIUM TEATRO

 

Il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. La data ricorda il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò nel 1989 la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Nonostante vi sia un generale consenso sull’importanza dei diritti dei più piccoli, ancora oggi la Cultura per le bambine, bambini e adolescenti nel nostro Paese è considerata di serie B. Questo avviene perché in molti confondono l’arte per l’infanzia con la facilità, perché il bambino è visto come consumatore di prodotti, perché nella nostra società non c’è spazio per il tempo più rallentato che l’infanzia richiede.

Chi si occupa di infanzia e adolescenza sa quanto questo destinatario sia importante ed esigente. Le domande, le curiosità dei giovani e giovanissimi riguardano la vita e rispondere significa riflettere fino alle radici dei problemi.
L’infanzia e l’adolescenza richiedono relazione: con loro bisogna passare del tempo, parlare e fare cose insieme.

E’ partendo da queste considerazioni che ogni anno Pandemonium Teatro, in collaborazione con l’amministrazione comunale e diverse realtà del territorio, sviluppa uno specifico progetto che si snoda attraverso un ricco cartellone di eventi diffusi in vari luoghi della città tra laboratori, esperienze, spettacoli e incontri. Quest’anno, l’attuale emergenza sanitaria non permette né lo spettacolo dal vivo né la realizzazione di eventi in presenza. Pandemonium Teatro ha così pensato di preparare un piccolo programma ad hoc per proporre ai bambini e agli adolescenti di festeggiare la Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e ribadire l’importanza dell’Arte e della Cultura come elementi portanti di crescita, educazione e socialità, in grado di favorire la creatività e la voglia di mettersi in gioco, di riconoscere il valore del nostro patrimonio, di imparare il gusto e il senso del bello e del divertimento intelligente.

Ecco il programma:

venerdì 20 novembre

Il diritto all’arte e alla cultura per l’infanzia e l’adolescenza
Si parte con un appuntamento riservato alle scuole di Bergamo e Alzano Lombardo alle verrà inviato un link da seguire per assistere a una lettura eseguita dagli attori di Pandemonium Teatro. Le interpretazioni saranno precedute da un saluto video da parte dell’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti – per le scuole di Bergamo – e uno da parte di Mariangela Carlessi, Assessore alla Cultura del Comune di Alzano Lombardo – per gli studenti di Alzano.

Sulla Pagina Facebook di Pandemonium Teatro, l’appuntamento è invece alle ore 13 con un progetto speciale che prenderà il via proprio in occasione di questa giornata e proseguirà nelle settimane successive: diversi personaggi di spicco del panorama bergamasco, tra personalità istituzionali, artisti, musicisti, sportivi, medici… racconteranno in un breve video un loro significativo incontro con l’arte vissuto durante l’infanzia. Tra i vari nomi, interverranno gli assessori Giacomo Angeloni e Nadia Ghisalberti, la cantautrice Cristina Donà, la campionessa paraolimpica Martina Caironi, lo

scrittore Paolo Aresi, il divulgatore scientifico Luca Perri, la cardiologa Laura Preda, Don Patrizio Scalabrini, la scrittrice Gisella Laterza, la pallavolista Ilaria Galbusera, la digital content creator Federica Di Nardo e molti altri.

Sabato 21 novembre, h 21:00 – PAGINE FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE DI PANDEMONIUM TEATRO

Pillole di Maxima: il cast risponde ad alcune domande sulla produzione che avrebbe dovuto debuttare proprio in questo weekend

(coproduzione Pandemonium Teatro – La Piccionaia).

Liberamente tratto da SOLO LA LUNA CI HA VISTI PASSARE, di Maxima e Francesca Ghirardelli, lo spettacolo racconta la storia di una generazione che ha visto tutto ed è pronta a tutto, una sorta di “storia di migrazione”, anche se gli autori non amano definirla tale, ma che di fatto narra la il viaggio di Maxima che parte dalla Siria per raggiungere l’Olanda nel 2015, quando ha 14 anni.

Aleppo, la sua città, è già da diverso tempo zona di guerra. Il padre e la madre acconsentono alla sua richiesta di partire. È vero, lei è la figlia femmina, ma è anche la più forte spiritualmente. Inizia così il suo viaggio, con accanto solo due amici di famiglia, in spalla uno zaino troppo grande e al collo il foulard della madre. Un viaggio attraverso la Turchia, la Grecia, la Macedonia, la Serbia. Un viaggio a piedi, in barca, o stipati al buio dentro un camion. Un viaggio fatto di confini mutevoli, di controlli, di camminate infinite e piedi che sanguinano, di preghiere sotto la luna del Mar Egeo. Un viaggio non solo fisico, ma anche emotivo e spirituale. Un viaggio di crescita. Potrebbe essere la trama di un racconto di finzione, un romanzo di formazione che narra l’impresa di un’eroina. Ma la storia di Maxima è una storia vera, che lei stessa ha raccontato insieme alla scrittrice e giornalista Francesca Ghirardelli. Maxima è una dei 6 milioni di siriani che hanno lasciato il proprio Paese dallo scoppio della guerra. La sua non è una storia tragica, ma tiene dentro di sé la tragedia che ancora oggi attraversa la sua terra e quella di molti altri migranti che cercano asilo, una tragedia di cui l’Europa è complice. Per molti di loro il viaggio si è interrotto, e sono rimasti bloccati senza la possibilità di superare un confine. Solo sull’isola di Lesbo, nel campo di Moria, nella primavera 2020 vivono in condizioni disumane circa 20.000 persone, in attesa di poter lasciare il campo.

domenica 22 novembre, h 16:30 – PAGINE FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE DI PANDEMONIUM TEATRO

Dalla parte dei bambini e delle bambine:

lettura a tre voci – Walter Maconi, Lisa Ferrari, Albino Bignamini – di un passaggio del libro “Le avventure di Pinocchio”

Per info: pandemoniumteatro.org | info@pandemoniumteatro.org | 035 235039